Crea sito

BIMBI IN VIAGGIO
Chi siamo Come organizzare un viaggio spendendo poco Kit del viaggiatore
Newsletter Firma il nostro Guestbook Il blog

Viaggi fatti e documentati

Sri Lanka, Thailandia, Formentera, Ibiza e altri bellissimi viaggi

Fuerteventura (Canarie)
Lanzarote (Canarie)
USA: Parchi dell'ovest Mauritius Capo VerdeAtene
Santorini (Grecia)
Ios (Grecia)
Naxos (Grecia)
Ecuador
Galàpagos
Seychelles Yucatan (Messico) Giravaru (Maldive) Bodu Huraa (Maldive)

Un'altra grande passione:
LA LETTURA












































































Home page


COME ORGANIZZARE
UN VIAGGIO SPENDENDO POCO



"Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare", diceva George Bernard Shaw. Nel nostro caso invece sono anche costose :-(. Ecco perchè abbiamo elaborato, nel corso dei nostri viaggi, una serie di strategie che ci aiutino a risparmiare qualcosa e che elencheremo qui sotto.

Sappiate però che il risparmio inizia con il volo e che
le due caratteristiche principali per trovare ottime offerte sono: la flessibilità sulla meta e sulle date. Se iniziate a dire: voglio andare in questo paese dal giorno x al giorno y avete già posto due grossi limiti alla ricerca di un buon prezzo per il volo. Cercate almeno di essere flessibili su una delle due: se non potete esserlo sul periodo siatelo almeno sulla meta.

Se vuoi puoi seguire anche la nostra pagina delle "offerte voli" in cui cerchiamo di segnalare tutte le offerte che troviamo nel web.

Di seguito le nostre regole:

1) può sembrare un concetto scontato ma è bene sottolinearlo: viaggiare durante la bassa stagione italiana - se è possibile - aiuta ad avere sconti sia sui voli aerei (in caso di organizzazione fai da te) che sul pacchetto di viaggio (in caso si decida di acquistare volo+hotel da un’agenzia on line).

2) nel caso di viaggio fai da te è bene controllare quali sono i mesi di bassa stagione del paese in cui si vuole soggiornare. Spesso si è portati a pensare che bassa e alta stagione debbano coincidere con quella italiana, dato che le agenzie nostrane in determinati periodi (come agosto) vendono sempre i pacchetti maggiorati in qualunque posto del mondo si voglia soggiornare. Invece il mese di agosto (che in Italia è altissima stagione) in molti paesi è addirittura un periodo di bassissima stagione (come a Mauritius).
Altro esempio: mese di febbraio. Nelle località di mare italiane è bassa stagione ma non è detto che lo sia anche in altre parti del mondo. Per esempio nello Sri Lanka i prezzi delle strutture nel mese di febbraio sono, in alcuni casi, addirittura TRIPLICATI (esattamente come il nostro agosto). Idem in Thailandia e in molti altri paesi asiatici e non.

3) non prenotare gli alberghi prima di partire. Questo perché in molti posti (in America Latina, Africa, Asia,…) si riescono ad ottenere degli sconti, dato che in loco si può negoziare il prezzo.

Se invece la prenotazione per voi è un must allora il mio consiglio è il seguente:

a) se contattate direttamente la struttura (che di solito è la soluzione migliore) fatelo almeno 2-3 mesi prima oppure pochi giorni prima di partire perchè, solitamente, in questi momenti si ottengono i prezzi migliori. Questa è la mia personale esperienza. E poi provate sempre a chiedere uno sconto e/o a negoziarvi il prezzo.

b) se utilizzate portali intermediari il periodo migliore è sempre almeno 2-3 mesi prima della partenza. Ad esempio io ho utilizzato sia Booking che Agoda per prenotare hotel e/o appartamenti trovandomi benissimo. Consiglio anzi di iscriversi alla newsletter di entrambi i siti per essere informati in tempo reale delle loro offerte. Booking propone sconti incredibili su molti hotel e appartamenti: si chiamano "offerte supersegrete" e i prezzi partono dai 2-3 euro in su per una camera doppia. Anche Agoda propone una newsletter bisettimanale in cui indica le varie offerte degli hotel.
Poi c'è il sito Trivago che è molto utile perchè compara i prezzi dei vari alberghi.
Se invece cercate siti specializzati nell'affitto di case e appartamenti (quindi non troverete hotel) i principali sono: Airbnb, Homeaway e Homelidays. Il primo è l'unico che chiede la commissione all'affittuario e non al proprietario ma in tutti e 3 questi siti (a differenza di siti come Booking e Agoda) il prezzo è negoziabile quindi, se una casa o un appartamento vi piace ma è fuori dal vostro budget, provate a chiedere al proprietario se può venirvi incontro ;). Un'analisi dettagliata dei 3 siti con un elenco delle loro principali caratteristiche è stata fatta da Claudia nel suo blog "Una donna con la valigia" che fornisce anche indicazioni su come riconoscere annunci truffa.

4) se la nostra moneta (l’Euro) è più forte rispetto alla moneta del paese in cui ci si sta recando bisogna sfruttare al meglio questa “forza”. Quindi è bene cercare di acquistare il più possibile (voli, noleggio auto, crociere, alberghi,…) con la moneta più debole. Vi faccio un esempio. Quando ho noleggiato l’auto per andare negli Stati Uniti ho usato il sito americano (URL http://www.autoeurope.com/) spendendo 400 US$, che col cambio favorevole sono diventati 269 Euro. Nel sito italiano della stessa compagnia (URL http://www.autoeurope.it/) avrei speso 400 euro (invece di 400 dollari!) a parità di condizioni (stessa auto, stesso periodo,…). Perciò il risparmio è stato notevole: 131 Euro in meno.

5) spesso pagare cash aiuta ad avere sconti ulteriori, ma dipende dal paese in cui si soggiorna. Ad esempio in Ecuador, Seychelles,… convengono i contanti. Negli Stati Uniti no.

6) contrattare: non sempre è possibile, ma in molti paesi è un must, fa parte della cultura locale.

7) scegliere una buona guida che segnali hotel e ristoranti low cost. Di solito noi utilizziamo la Lonely Planet, anche se per alcune mete ci ha delusi (vedi USA occidentali). Provate anche la Rough o la Routard. Io poi consulto sempre Tripadvisor per vedere il punteggio medio della struttura ed entrare nel merito delle recensioni (leggo sempre per prime quelle pessime). Ovviamente più alto è il numero di recensioni su una struttura "x" più affidabile diventa il punteggio generale.

8) solitamente se il viaggio è itinerante (come il nostro tour dei parchi negli USA o il viaggio in Ecuador e Galàpagos) si risparmia notevolmente costruendoselo da soli. In più il fai da te offre una maggiore flessibilità esplorativa. Se invece il viaggio è stanziale a volte convengono i pacchetti, dato che le agenzie riescono ad organizzare voli low cost, che non sempre sono disponibili al viaggiatore fai da te.
Di seguito segnaliamo un elenco di siti in cui si possono trovare delle buone offerte di pacchetti viaggio (quindi volo + hotel) o di voli:

a. Caesar Tour: di solito nella sezione “Last minute” e “Last second” si trovare le offerte migliori.

b. Lets.it: nella home page vengono segnalate alcune offerte ma per vederle tutte bisogna cliccare su “Last minute”.

c. Medinlife: nella sezione ”Last second viaggi 2x1” si trovano a volte interessanti offerte paghi 1 viaggi in due.

d. Lastminute.com: in home page e nella sezione "Vacanze" a volte propongono pacchetti convenienti.

e. Borsa viaggi: nelle sezioni “Last minute”, “First minute”, “Super last” a volte propongono tariffe convenienti. Ultimamente non hanno buoni sconti ma qualche anno fa ho acquistato qui il pacchetto a 660 euro in 2 (NON a testa!) per lo Yucatan. Quindi non si sa mai, meglio dare un’occhiata.

f. Genovagando: nella home page trovate delle offerte last minute.

g. Lastminute.sm: in home page si trovano le loro migliori offerte.

h. Expedia: a volte propone dei prezzi interessanti per alcuni voli intercontinentali e/o pacchetti.

9)
iscriversi a varie newsletters di agenzie di viaggi in modo da essere informati in tempo reale, via e-mail, delle loro migliori offerte.

10) comprare viveri nei mercatini o supermercati locali in genere garantisce un notevole risparmio economico, soprattutto se si prediligono i prodotti locali. Per questo è utile viaggiare con uno zainetto frigo in cui poter conservare frutta, verdura, formaggi,… In caso di tour itinerante fare un solo pasto al giorno al ristorante aiuta sia la tasca che il fegato (non so voi ma noi, nonostante amiamo sperimentare nuove pietanze, dopo un po’ fatichiamo a mangiare i cibi locali). Evitate i ristoranti palesemente turistici e frequentate quelli bazzicati dai locali (solitamente più economici e qualitativamente migliori).

11) in molti paesi (come l’Ecuador, le Seychelles,…) conviene utilizzare l’autobus e non affittare l’auto: il risparmio è incredibile.

12) leggere i resoconti di viaggio di altri turisti che sono già stati nel paese in cui si vuole soggiornare aiuta ad avere delle dritte per risparmiare che spesso nelle guide cartacee non vengono fornite. Ad esempio io ho scoperto on line che frequentando i Visitor Center americani potevo trovare dei Coupons che mi consentivano sconti in alberghi, ristoranti, negozi,...
Inoltre questi racconti aiutano anche a capire quale può essere un prezzo ragionevole per fare un'escursione con gli indigeni o prendere un taxi e così via.

13) non fossilizzatevi su un'unica meta! Scegliete una serie di paesi che vorreste visitare e guardate qual è la meta che quell'anno viene venduta ad un prezzo inferiore del solito perchè vogliono promuoverla (magari ha avuto un calo di turisti) o promuovere un nuovo albergo o chissà cos'altro. Ad esempio nel 2004 (prima dello tsunami) stavano offrendo dei pacchetti a prezzi molto buoni per le Maldive. Noi ci siamo andati spendendo 1200 Euro (in due! NON a testa) e una volta arrivati lì abbiamo conosciuto una coppia che aveva acquistato il pacchetto due giorni prima della partenza a 800 Euro (a coppia). Prezzi di questo genere per quella meta da allora non ne ho più visti.

14) Valuta e cambio. In molti paesi che non hanno la nostra moneta ci viene offerta la possibilità/comodità di pagare musei, alberghi, ristoranti e quant'altro anche in Euro. Attenzione però perché non sempre conviene dato che in molti casi viene applicato un piccolo surplus rispetto al prezzo originario nella loro moneta. Meglio quindi cambiare gli euro e pagare con la valuta locale (se si vuole risparmiare).
Dove cambiare? E' superfluo dire che negli alberghi in genere è bene non cambiare dato che i tassi sono quasi sempre peggiori. Solitamente i luoghi migliori in cui cambiare sono gli uffici di cambio (ma è sempre bene fare un piccolo controllo 
prima di partire leggendo i resoconti dei turisti che sono già stati in quel paese e ci suggeriscono la strategia migliore) e in loco perchè a volte anche l'aeroporto o la banca offrono un buon cambio.

15) Come trovare il volo a tariffe convenienti. Ho notato che il periodo 'magico' in cui i prezzi raggiungono il picco più basso è mediamente 2-3 mesi prima della partenza. Però ATTENZIONE perchè non è una scienza esatta e ci sono le eccezioni. Proprio per questo io monitoro costantemente i prezzi delle tratte che mi interessano per capire qual è un prezzo che posso considerare buono. Ciò premesso per trovare un volo ad una cifra ragionevole io uso vari trucchetti:

a. consulto i siti che comparano i prezzi di varie compagnie aeree. Tra questi Skyscanner e Kayak sono i più usati.
Personalmente preferisco Skyscanner perchè mi dà la possibilità di impostare l'aeroporto che preferisco (Roma, Milano, Napoli,...) nella casella 'partenza', "Ovunque" su 'destinazione' e "Intero anno" su 'periodo'. Questo mi consente di visualizzare un'intera pagina di offerte e scegliere la migliore. Lo spiego meglio qui.
Anche Volagratis, nell'area offerte che si trova in home, a volte propone tariffe interessanti.

b.
monitoro i siti specializzati nella 'caccia' degli errori di prezzo. Se non sapete cosa sia un "errore di prezzo" scopritelo qui. Attualmente, secondo la mia modesta opinione, uno dei migliori per quantità e qualità delle informazioni è "Pirati in volo" ma ce ne sono anche altri come "Pirati in viaggio".

c. cerco di scoprire qual è la tratta più economica. Ad esempio per andare in Brasile (nell'inverno 2008) ho scoperto che da Roma conviene volare a Sao Paulo mentre qualsiasi altro aeroporto brasiliano (Fortaleza, Natal,...) è molto più caro.

d. nel calendario date del sito controllo i prezzi dei voli in ogni giorno della settimana (lunedì, martedì,...) e una volta che ho trovato il giorno col volo più economico lo controllo anche per diverse settimane (ad esempio lunedì 1 febbraio, lu 8 febbraio, e così via). Spesso combinando date differenti si scopre che spostando il volo di pochissimi giorni si ha una tariffa notevolmente più bassa (a volte anche del 40-50%). Questo però presuppone che si possa avere una certa flessibilità nella scelta della data di partenza e ritorno.

e. iscriversi alle newsletter dell
e compagnie aeree in modo da essere informati in tempo reale, via e-mail, delle loro migliori offerte. Spesso le compagnie aeree fanno delle offerte lampo che durano pochi giorni (24-36 ore) e/o mandano codici sconti.

f. per i voli europei Ryanair è praticamente imbattibile come prezzi e la sua recente ristrutturazione del sito con la nuova area "Trova tariffe" è strepitosa. Da lì si può impostare l'aeroporto di partenza per cercare i voli a prezzi migliori (ce ne sono a 7-8 euro a tratta tasse incluse). In più Ryanair si è molto ammorbidita sulla questione bagaglio e consente di portare, oltre al trolley, anche una borsa.

16)
Relocation ovvero la rilocazione. E' possibile farla solo in Australia, Nuova Zelanda, USA e Canada. Cos'è? Quando le compagnie di autonoleggio devono spostare un'automobile o un camper da una città all'altra (magari perchè i turisti hanno noleggiato la vettura per un one way) offrono questi mezzi a chiunque voglia affittarli a prezzi stracciati (da 1 a 5 dollari al giorno) ed in molti casi rimborsano una parte del carburante o pagano traghetti e così via. Inoltre offrono spesso un paio di giorni in più rispetto al tempo effettivo di viaggio e anche delle miglia in più in modo da poter allungare il giro per visitare luoghi d’interesse. Perchè lo fanno? Perchè effettuare questa operazione col personale di servizio è molto costoso.
Ci sono molti siti che espongono gli avvisi di relocation e le condizioni. Noi non abbiamo ancora testato la rilocazione ma una cara amica viaggiatrice (Silvia) ci ha riferito di aver provato Imoova in Australia e di essersi trovata molto bene. Tra i vari siti segnaliamo quindi Imoova, ma anche Drivenow, Transfercar, Apollo e OneWayCampervans. E ce ne sono molti altri ancora!

17) Scambio casa: questa è un'esperienza che ancora non abbiamo provato ma che ci piacerebbe provare. Dato che non posso fornirvi la nostra esperienza diretta vi rimando ai consigli di un'amica viaggiatrice che l'ha già fatto molte volte: Monica.


Di solito, prima di acquistare il viaggio, faccio sempre un controllo su Viaggiare Sicuri per vedere se il paese in cui ho intenzione di soggiornare è “pericoloso”: cioè se ci sono in atto epidemie, malattie varie, guerre, delinquenza alle stelle (quindi bisogna stare attenti), …



Se avete qualche altra dritta su come organizzare un viaggio spendendo poco segnalatecela, la inseriremo in questa lista.


INDICE:

1) bassa stagione italiana

2) bassa stagione paese ospitante

3) non prenotare hotels da casa

4) sfruttare la moneta forte

5) pagare cash

6) contrattare

7) guida

8) tipologia di viaggio (dove acquistare)

9) newsletters agenzie

10) supermercati e ristoranti

11) autobus

12) report on line dei turisti

13) non fossilizzatevi su un'unica meta

14) valuta e cambio

15) volo internazionale e non

16) relocation

17) scambio casa