Crea sito
Chi siamo Come organizzare un viaggio spendendo poco Kit del viaggiatore
Newsletter Firma il nostro Guestbook Il nostro sito gemello

Viaggi fatti e documentati

Fuerteventura (Canarie)
Lanzarote (Canarie)
USA: Parchi dell'ovest MauritiusCapo VerdeAtene
Santorini (Grecia)
Ios (Grecia)
Naxos (Grecia)
Ecuador
Galàpagos
SeychellesYucatan (Messico)Giravaru (Maldive)Bodu Huraa (Maldive)

Un'altra grande passione:
LA LETTURA



 

SEYCHELLES

- PRASLIN -


Le nostre foto


PRASLIN: mezzo di trasporto consigliato, luoghi da visitare, alberghi e ristoranti


Praslin è lunga 12 km e larga 5


Mezzo di trasporto consigliato a Praslin: autobus o macchina
Se avete un po’ di tempo da spendere a Praslin utilizzate tranquillamente l’autobus ma siate pazienti perché vi capiterà di doverlo aspettare anche per mezz’ora. Una volta saliti reggetevi forte (sembra che gli autisti stiano partecipando ad un rally).
Il bus costa poco: 3 rupie a testa (con un cambio di 1€ = 10rupie, significa 30 centesimi di euro circa). Tenete presente che sull’autobus non vi fanno salire se avete valige grosse.
Se invece il tempo a disposizione è poco e cercate una soluzione che vi consenta di gestirvi meglio e di essere ancora più indipendenti optate per l’automobile. In un giorno visiterete tutta l’isola.
La bicicletta, a meno che non siate ciclisti professionisti o non la vogliate usare solo in determinate parti dell’isola (la Cote D’Or ad esempio è abbastanza pianeggiante), ve la sconsiglio. Per andare alla Vallèe de Mai o ad Anse Lazio è improponibile. Ci sono delle salite ripidissime.
Un’ultima informazione: se decidete di noleggiare l’auto so che molti locali (i gestori delle guesthouses o anche degli alberghi) sono disposti ad affittare le loro. Immagino però che lo facciano in nero ed ecco perchè vi costerà di meno (40 Euro invece di 50-70). 


Luoghi da visitare a Praslin
Premetto che noi abbiamo visto prima La Digue (quindi eravamo estasiati) e che Praslin purtroppo non era nelle sue condizioni migliori. Ad esempio nella spiaggia della Cote D’Or (che in altri momenti deve essere stupenda) c’erano un sacco di alghe e quindi non solo il panorama non era molto bello ma c’era anche il caratteristico odore prodotto da questi vegetali. I clienti dei vari resort (Club Vacanze,…) erano incavolati neri! Tutti i giorni delle navette li portavano ad Anse Lazio perchè la spiaggia di Cote D’Or era obiettivamente impraticabile.
I luoghi da non perdere assolutamente a Praslin sono: Anse Lazio e la Vallée de Mai. Spendete anche due/tre ore dentro questo parco naturale che ospita moltissime piante endemiche. Il biglietto costa 15 Euro a testa, e stavolta dovrete pagarlo ;-). Alla biglietteria chiedete la cartina del parco. È gratis, vi dà delle informazioni generali sulla vegetazione e vi indica i sentieri.
I primi esploratori che sbarcarono sull'isola di Praslin e videro la Vallée de Mai pensarono di aver scoperto il giardino dell'Eden. La leggenda fu alimentata dal generale Gordon che rese pubblica la sua convinzione formatasi soprattutto a causa del Coco de Mer: una pianta endemica dell'isola di Praslin il cui frutto ha una forma che evoca il sedere femminile, mentre l'infiorescenza della palma (maschio) ha un'evidente forma fallica. Ma la cosa veramente curiosa è la seguente: affinchè il seme di queste piante possa essere fecondato (e possano quindi nascere altre palme) pare che la "palma maschio" e la "palma femmina" debbano essere collocate molto vicine, di modo che i reciproci frutti possano toccarsi.

Un'altra meta consigliataci da molti è Anse Georgette, che purtruppo non abbiamo visto.



Alberghi a Praslin

Noi avevamo scelto di alloggiare sulla Cote D’Or (a est di Praslin) perché molti dicevano che nella zona di Grand Anse c’erano molte alghe (ma, come avrete letto, non siamo stati molto fortunati) e perché sapevo che la spiaggia era molto bella. La cosa che tenevo presente nelle mie ricerche dell’albergo era la fermata dell’autobus: doveva essere vicina alla struttura che avremmo scelto.
Alla fine ho prenotato all’Hirondelle (Anse Volbert sulla Cote D’Or): un self catering. Nell’appartamentino c’era la camera, un bagno enorme, un salottino, un angolo cottura e la veranda (dove si poteva anche mangiare) affacciata sul giardino e il mare. In camera e in cucina c’è il ventilatore.
Pregi e difetti: nei pregi annovero sicuramente la vicinanza alla fermata dell’autobus che vi porta ad Anse Lazio e alla Vallèe de Mai (è proprio davanti all’albergo), la cucina ben attrezzata, la pulizia, il bagno enorme, la struttura molta carina (tutta ricoperta di rocce nere) e la spiaggia davanti a noi (se non ci fossero state le alghe sarebbe stata magnifica). Sicuramente la camera era meglio dal vivo che nelle foto viste in Rete. Tra i difetti, invece, il letto alla francese (quello piccolo, da una piazza e mezza circa) e, cosa per noi non di poco conto, il rumore! Sì, perché davanti all’Hirondelle c’è la strada principale con relativo passaggio di auto e persone. Certo dipende da come siete abituati a casa vostra ma io amo il silenzio, mi sono trasferita dal centro di Roma in periferia per evitare il rumore e andare in vacanza in un posto trafficato non è proprio il mio sogno nel cassetto. La totale assenza di finestre poi non aiuta a difendersi e noi avevamo la camera posizionata tra due strade.
Se comunque volete andare all’Hirondelle per i pregi prima menzionati o perché avete già prenotato chiedete la camera al primo piano vicino alla Reception (almeno così avrete il rumore di una strada sola).
Un’ultima dritta: abbiamo incontrato una coppia che ci ha raccontato che 3/4 anni fa è andata alle Seychelles senza prenotare gli alberghi e, una volta arrivati a destinazione, hanno conosciuto un italiano che vive a Praslin: Luca (quello della gelateria sulla Cote D’Or). Questo Luca ha trovato loro una sistemazione presso una villetta in riva al mare (credo fosse di proprietà di un’australiana). La casa si trovava ad Anse Possession, costava poco (70 Euro a coppia) ed era bellissima. I due ragazzi che me l’hanno raccontato mi sono sembrati affidabili, quindi vale la pena fare il tentativo di chiedere a questo Luca. Poi fatemi sapere.


Ristoranti a Praslin
Nessun consiglio da darvi visto che abbiamo sempre mangiato a casa. L’unica dritta riguarda la suddetta gelateria “Da Luca” (dove andavamo più volte al giorno), situata a pochi passi dall’Hirondelle. Non prendete le creme (tipo cioccolato o altro) ma prediligete i gusti preparati con la frutta locale (mango, papaia, cocco,…). Buono anche il gelato alla vaniglia (essendo un prodotto del luogo lo fanno bene).




INDICE SEYCHELLES:

TORNA A SEYCHELLES

Come spendere poco

In quale periodo andare (clima)

La durata ideale del viaggio

Cosa portare alle Seychelles

Lingue parlate
Zanzare


Voli

Siti utili

Valuta e cambio soldi

Tragitto Mahé-Praslin (volo e nave)

Orari nave Praslin - La Digue

Alberghi

Formula di soggiorno

Ristoranti e cibo

Escursioni

Seychelles: meta per famiglie?

La Digue:
Mezzo di trasporto consigliato - 
Luoghi da visitare - Alberghi (Patatran)Ristoranti

Praslin:
Mezzo di trasporto consigliato - Luoghi da visitare - Alberghi (Hirondelle)Ristoranti


Mahé: 
Mezzo di trasporto consigliato - 
Luoghi da visitare - Alberghi (Daniella's)Ristoranti


Versione integrale del diario di viaggio alle Seychelles