Crea sito
Chi siamo Come organizzare un viaggio spendendo poco Kit del viaggiatore
Newsletter Firma il nostro Guestbook Il nostro sito gemello

Viaggi fatti e documentati

Fuerteventura (Canarie)
Lanzarote (Canarie)
USA: Parchi dell'ovest MauritiusCapo VerdeAtene
Santorini (Grecia)
Ios (Grecia)
Naxos (Grecia)
Ecuador
Galapagos
SeychellesYucatan (Messico)Giravaru (Maldive)Bodu Huraa (Maldive)

Un'altra grande passione:
LA LETTURA



Home page


ECUADOR E GALAPAGOS
- CROCIERA GALAPAGOS E VOLI INTERNI -


Le nostre foto alle Galapagos                            Le nostre foto in Ecuador


CROCIERA ALLE GALAPAGOS E VOLO INTERNO

Crociera alle Galapagos
Per organizzare la crociera alle Galapagos avete due possibilità.
Il modo migliore per cercare di risparmiare è di andare in Ecuador e cercare una crociera una volta arrivati lì. Potrete rivolgervi alle numerose agenzie che si trovano nel continente (soprattutto nelle città di Quito e Guayaquil) oppure tentare la sorte andando direttamente alle Galapagos
per cercare una crociera last minute al porto di Santa Cruz (Puerto Ayora). Tuttavia, soprattutto se andate in alta stagione, considerate il fattore rischio: potreste non trovare la crociera oppure trovare solo quelle costose. La scelta dipende quindi da voi, da quanto siete disposti a rischiare e da quando ci tenete ad andare alle Galapagos. Noi non ce la siamo sentita di correre il rischio e abbiamo prenotato prima, anche perché, dopo aver contattato qualche turista che aveva prenotato la crociera una volta arrivato in Ecuador, mi sono accorta che la differenza di prezzo era irrisoria, a volte addirittura inesistente. Il rischio di non poter partire nel giro di pochi giorni invece è reale, dato che le navi da crociera low cost sono veramente poche. Qui non c’è turismo di massa (per fortuna!).
Se decidete che il rischio non fa per voi allora potete contattare delle agenzie ecuadoriane prima della partenza (purtroppo i singoli yacht non hanno un sito web). Io ne ho contattate almeno una ventina per poter fare un confronto dei prezzi e scegliere la più economica ma anche la più seria e affidabile. Tutte le agenzie vi propongono più o meno le stesse barche (a seconda della loro disponibilità) anche se i prezzi della crociera variano sensibilmente. Quindi, prima di dare la conferma ad un’agenzia, controllate se lo yacht che avete scelto viene proposto anche da qualcun’altro e a quale prezzo.
L’agenzia che mi ha proposto i prezzi migliori di tutti e che mi ha risposto sempre in tempi rapidissimi (da un minimo di 1 ora ad un massimo di 1-2 giorni), è stata la GTL Galapagos Traveline (e-mail [email protected]). La persona con cui ho parlato e che si è occupata di tutte le nostre prenotazioni (crociera e voli interni) è stata Rodrigo Miño. Cordiale e disponibile, il giorno in cui siamo arrivati a Quito ha chiamato l’albergo in cui soggiornavamo per confermarci che la mattina seguente avrebbe mandato un autista a prenderci (avevamo il volo per le Galapagos). L’autista, Denis, è arrivato puntualissimo, ci ha consegnato i biglietti (crociera e volo), ci ha accompagnato all’aeroporto e, durante il tragitto, ha ricevuto una telefonata di Rodrigo che voleva sapere se andava tutto bene.
La crociera a bordo del Poseidon (di 8 giorni) ci è costata 725,00 US$ a testa invece di 750. Sono riuscita ad ottenere un piccolo sconto.
La GALAPAGOS TRAVELINE è di proprietà di un norvegese che vive in Ecuador dal 1994 ed è una delle più grandi agenzie dell’Ecuador (forse addirittura la più grande). Probabilmente è proprio per questa ragione che riescono a proporre prezzi generalmente più bassi rispetto alle altre agenzie e che offrono un’incredibile varietà di scelta. Da loro troverete crociere di tutti i tipi, per tutti i gusti e soprattutto per tutte le tasche.
Una delusione si è rivelata invece l’agenzia di Pier Fabio Tonelli, un italiano che vive alle Galapagos e che viene menzionato da “Turisti per caso”, che mi ha proposto la stessa identica crociera delle altre agenzie (sullo stesso yacht. Se non ricordo male era il Guantanamera) a quasi 300 dollari in più a testa.
Ricordatevi che i posti sugli yacht economici sono pochi e si esauriscono in fretta. Per farvi un esempio, nonostante avessi cominciato a contattare le agenzie tre mesi prima del nostro viaggio (che avremmo fatto in bassa stagione!), ho trovato per un pelo gli ultimi due posti disponibili sulla nave che volevo (ovviamente la più economica di tutte).
Le agenzie vanno quindi contattate con largo anticipo anche perché il tempo di risposta in genere è tipicamente latino-americano (quindi sono mooolto lenti). A volte rispondono alle e-mail addirittura dopo 15 giorni. Il lato positivo è che in genere trovate sempre qualcuno che parla inglese.

Come avrete modo di vedere una crociera alle Galapagos ha prezzi proibitivi. Ciò avviene probabilmente per scoraggiare il turismo di massa che devasterebbe il territorio. Prima di prenotare una crociera decidete:

1) che tipo di yacht volete. Di solito le agenzie propongono vari yacht, ciascuno dei quali appartiene ad una delle seguenti classi (in ordine dalla più economica alla più costosa): economica, turistica, turistica superiore, prima classe, crociere di lusso. Nei siti viene solitamente fornita una scheda dettagliata della barca, in cui ne vengono indicate le dimensioni e la velocità, oltre all’itinerario della crociera e al costo. Inoltre, sono disponibili anche delle foto dello yacht.
Considerate che solitamente nella fascia economica le barche sono molto piccole (quindi se il mare è mosso è bene avere la xamamina con voi), le cabine non sono spaziose (se avete valige grandi non entreranno), il bagno è privato ma non ha l’acqua calda (se vi fate la doccia nel tardo pomeriggio l’acqua è stata scaldata dal sole e quindi è tiepida), ci sono orari precisi in cui si dispone sia della corrente che dell’acqua, il menu propone solo piatti locali (zuppe, riso, carne e pesce), caffè e latte sono in polvere, acqua e tè in abbondanza mentre le altre bibite (come birra, coca cola,..) sono a pagamento: l’unica cosa che non è inclusa nel prezzo della crociera. In generale ho notato che tra gli yacht economici e quelli turistici non vi sono molte differenze in termini di confort ma ve ne sono in termini economici (la seconda categoria è più cara). A volte alcune agenzie convogliano tutti gli yacht delle due categorie più basse in un’unica categoria, quindi guardate sempre il prezzo.
Se decidete di contattare varie agenzie per avere un confronto dei prezzi, specificate subito che tipo di crociera volete (economica, turistica,..) altrimenti loro cominceranno col proporvi le più costose (come è successo alla sottoscritta) e voi perderete un sacco di tempo.

2) la durata. Vi sono crociere da tre, cinque, otto,… giorni.
Prima di scegliere la durata ideale di navigazione considerate che il giorno di arrivo e quello di partenza li sfrutterete solo a metà, perciò se sceglierete la crociera da 3 giorni, avrete un giorno pieno e due mezzi, nel caso di quella da 5, ne avrete 3 pieni e due mezzi, e così via. Molti optano per la crociera da 5, perché considerata un giusto compromesso tra quella troppo corta da tre e quella troppo costosa da sette. Il costo però, come ho già detto, dipende dallo yacht che si sceglie.
Personalmente ho preferito optare per la crociera più economica che c’era (sapendo che non avrei avuto grandi comodità), ma ho scelto la formula di 8giorni-7notti perché è l’unico modo per visitare le isole più a sud (Floreana e Española), notoriamente molto belle, disabitate, selvagge (magnifiche!). Si tratta ovviamente di scelte personali ma dopo aver speso quasi 400 dollari a testa per il volo Ecuador-Galapagos (un vero salasso!) e 100 dollari a testa di entrata al parco naturale delle Galapagos mi sembrava assurdo rimanere nell’arcipelago solo 5 giorni e visitare poche isole. A mio avviso il costo del viaggio va ammortizzato e dato che ogni isola è diversa dall’altra (sia la flora che la fauna) vale la pena visitarne il maggior numero possibile. Quindi consiglio la crociera da 8 giorni;

3) il percorso della crociera (le isole che volete vedere). Non tutte gli yacht propongono lo stesso percorso che varia a seconda delle dimensioni della barca (non dimenticate che siete in oceano aperto e a volte le imbarcazioni sono piccole), delle condizioni del mare e, ovviamente, della durata della navigazione.
Potrebbe quindi capitare che l’itinerario che vi è stato fornito dall’agenzia venga modificato durante la crociera a causa del mare molto mosso.
Uno dei maggiori vantaggi delle barche più piccole è che l’itinerario diventa più flessibile e può subire delle variazioni in base a delle vostre particolari richieste. Per farvi un esempio nel giorno in cui dovevamo esplorare l’isola Floreana la nostra guida non aveva previsto una visita a cui io tenevo particolarmente: la Corona del Diablo (un vulcano sommerso in cui nuotano milioni di pesci colorati). Gli ho chiesto se era possibile farla e lui, dopo aver consultato il capitano per sapere se il mare lo permetteva (spesso in quel punto è molto mosso), ha arricchito il nostro programma inserendo anche questa escursione.

Appena saliti sulla barca vi spiegheranno subito le regole da seguire sulle isole delle Galapagos, e cioè: non si deve toccare nulla (animali o vegetali), si devono sempre seguire i sentieri (mai uscire dai percorsi), non si deve assolutamente dar da mangiare agli animali,… In particolare quest’ultima regola è importantissima perché se si nutrono gli animali si rischia di modificarne il comportamento e di causare l’estinzione della specie. Può sembrarvi esagerato ma anni fa era successo che i turisti scendevano dalle barche e davano un sacco di frutta alle iguane (le quali abitualmente si nutrono di fichi d’india). Le iguane si abituarono al sapore molto più dolce dei frutti offerti dai viaggiatori e modificarono il proprio comportamento: invece di aspettare sotto gli alberi di fichi si appostavano sui moli. Col risultato che se i turisti non arrivavano a nutrirle morivano. Avevano perso la capacità di procacciarsi il cibo da sole e si erano abituate ad un sapore diverso. Quindi se la vostra guida vi sembra esagerata o eccessivamente rigorosa nel farvi rispettare certe regole tenete a mente questa storia.
Inoltre la vostra guida vi spiegherà ogni sera il programma per la giornata seguente (visite, escursioni, snorkeling, passeggiate, pranzi, …) appuntando su una lavagnetta le tappe e gli orari. Questa pratica è molto utile come promemoria ma anche per sapere se lo sbarco sarà asciutto o bagnato (nel primo caso potete indossare le scarpe, nel secondo usate i sandali).


Volo interno per le Galapagos
Vi sono due compagnie che effettuano i voli interni: la Tame e l’Aerogal. I prezzi offerti dalle due compagnie sono più o meno gli stessi. Tenete presente che prendere un volo che vi porta da una parte all’altra dell’Ecuador (per esempio da Quito a Guayaquil oppure da Guayaquil a Cuenca) costa relativamente poco (49 dollari a testa su qualsiasi tratta del continente); mentre tutti i voli dal continente all’arcipelago delle Galapagos sono costosissimi. Ecco i prezzi a persona se volate con la Tame:
Quito/Galapagos/Quito 392,00 US$
Quito/Galapagos/Guayaquil 369,00 US$
Guayaquil/Galapagos/Guayaquil 345,00 US$

Nonostante le due compagnie aeree ecuadoriane abbiano un sito web, io ho prenotato attraverso la stessa agenzia che mi ha organizzato la crociera (la GALAPAGOS TRAVELINE), dato che non c’era nessuna maggiorazione sul prezzo. I biglietti elettronici del volo mi sono stati consegnati il giorno della partenza dall’autista mandato dalla suddetta agenzia. Inoltre, presso di loro, ho acquistato anche il volo interno Guayaquil/Cuenca al prezzo di 49,00 US$ a testa. Ricordatevi che, su questa tratta, non si effettuano voli il sabato.




INDICE Ecuador e Galapagos:

TORNA A Ecuador e Galapagos

Come spendere poco

In quale periodo andare (clima)

La durata ideale del viaggio

Come organizzare il viaggio
Guida


Volo internazionale e tassa di uscita

Crociera Galapagos e voli interni

Isole Galapagos

Siti geofisici

Lingue parlate
Moneta
Telefonate e Internet Point


Donne e omosessuali

Vaccini e farmaci

Cosa portare

Alberghi (bagni)

Ristoranti e cibo

Sicurezza e furti

Mezzi di trasporto locali

Escursioni in loco
Mercati e shopping


Costo del viaggio

Il nostro tour (con la cartina)

Versione integrale del diario di viaggio in Ecuador e Galapagos